Audiolibri: L’isola misteriosa di Jules Verne

Anteprima illustrata dell’audiolibro: L’ISOLA MISTERIOSA di Jules Verne, ed. il Narratore 2011

di Katia Ciarrocchi

“Gli eventi sono predestinati dal fato o abbiamo il libero arbitrio per cambiare ciò che accade?”

Oramai è conclamata la mia passione per gli audiolibri. Il Narratore audiolibri offre un’ampia scelta di titoli, le pubblicazioni sono curate nei minimi dettagli e le voci che guidano l’ascoltatore sono professionisti che meritano un grande plauso.

Massimo D’Onofrio, attore e lettore professionista, mi ha accompagnato nel meraviglioso mondo di Verne, percorrendo, nello specifico, L’isola misteriosa insieme ai coloni vivendo tutte le loro avventure.

L’isola misteriosa è il terzo libro della trilogia di cui fanno parte I figli del capitano Grant e Ventimila leghe sotto i mari, il romanzo racconta la storia di cinque prigionieri nordisti rinchiusi a Richmond, in Virginia. Sfuggiti alla prigionia con una mongolfiera, sono scaraventati da un uragano in un’isola deserta del pacifico, dove rivivono le esperienze di Robinson.

L’ingegnere Cyrus Smith diventa capo del piccolo gruppo aiutato nel comando dal giornalista Gedeon Spilett; il negro Nab e il marinaio Pencroff sono gli uomini tuttofare mentre il giovane Habert si rivela utile per le sue conoscenze di scienze naturali.

Aperto sulla guerra civile americana, il romanzo si lascia subito dietro la storia per rifugiarsi nella geografia: medium del trapasso è l’aerostato con il quale Verne aveva iniziato nel ’63 la carriera di scrittore (“Cinque settimane in pallone”), mentre la falsariga degli eventi la offre il “Robinson” di Daniel Defoe. Un Robinson addottrinato, come esigono il positivistico Ottocento e la genialità precorritrice di Verne. Il gruppetto di naufraghi fa proprio l’imperativo di piegare la natura ai bisogni tramite la scienza, e quando i suoi sforzi riescono, per forza di cose, inadeguati, ecco entrare in scena – soccorrevole e invisibile – la figura mitica di Nemo, la cui finale apparizione va annoverata tra le pagine giustamente celebri della letteratura. *

I coloni si vedevano come fautori e padroni del proprio destino, senza sapere che Capitano Nemo li stava aiutando. Qui potremmo aprire un mondo poiché il “libero arbitrio” è una delle questioni più spinose della teologia e della nostra filosofia di vita.

M.Benasay né “Contro il niente. ABC dell’impegno” dice: “Un destino ci è assegnato, come una mano di carte, va accettato, e non ha mai un unico risultato concreto”, quanta verità in queste parole, perché comunque vada e qualunque siano gli eventi che si presentano sui nostri passi, noi rimaniamo pur sempre i registi della nostra vita, tramite le nostre scelte.

Il naufragio su L’isola misteriosa, riconvoca alla mente l’archetipo junghiano disegnando, nell’inconscio collettivo, una metafora esistenziale, un punto da cui ripartire, da cui rifondare una nuova vita.

Purtroppo oggi Verne è snobbato dai ragazzi, molti non lo conoscono, prendendo mia figlia (13enne) lo ha abbandonato dopo le prime pagine dicendosi annoiata per le lunghe descrizioni. Ammetto che in parte abbia ragione, ma anche vero che la letteratura di Verne è stata fonte di grandi ispirazioni. Verne ha anticipato i tempi e la sua genialità è stata proprio in questo oltre che permettere di avventurarsi in viaggi fantastici e meravigliosamente affascinanti.

Finalmente, e di questo devo ringraziare il Narratore audiolibri, mia figlia tramite l’ascolto dell’audiolibro è riuscita ad apprezzare L’isola misteriosa, lasciandosi trasportare dalla magia di un grande autore che insegnando ai ragazzi, e non solo, ad appassionarsi alle scienze, li ha educati ad amare il coraggio, l’energia, la franchezza, la speranza la voglia di rimettersi in gioco sempre e comunque.

E allora perché rileggere Verne?
Perché nessuna disillusione potrà mai far tacere il fascino della giovinezza. Perché in mezzo a tutte le ingenuità nei suoi romanzi c’è un’idea centrale che fa sempre presa, oggi come cent’anni fa, ed è l’epopea del viaggio, dell’avventura nell’ignoto, dell’ottimismo della volontà. È questo il segno distintivo della narrativa vera, che apre gli orizzonti ai sogni e ai progetti: dai viaggi di Ulisse a quelli di Sindbad, all’esodo degli ebrei dall’Egitto, l’epica dipinge la vita come una lotta in cui periranno i deboli e i malvagi, mentre saranno selezionati gli eroi (che in premio avranno Itaca, Baghdad, la Terra Promessa, oppure una morte eroica e la sopravvivenza nel mito).
**

* Giulio Einaudi Editore http://www.einaudi.it/libri/libro/jules-verne/l-isola-misteriosa/978880613926

** E allora perché rileggere Verne? http://merlincocai.splinder.com/post/13577058/rileggere-verne-come-medicina

Jules Verne – L’isola misteriosa (download)

Prezzo: € 13,99

Autore: Verne Jules

Voce narrante: D’Onofrio Massimo

Durata: 15h 21’
Anteprima audio: clicca qui per ascoltare

Copyright audio: il Narratore audiolibri

ISBN: 9 788888 211992

Supporto: 9 files zip (mp3) (+ e-text e mappa)

Jules Verne

L’autore: Jules Verne, spesso italianizzato in Giulio Verne (Nantes, 8 febbraio 1828 – Amiens, 24 marzo 1905), è stato uno scrittore francese. È oggi considerato tra i più influenti autori di storie per ragazzi e, con i suoi romanzi scientifici, uno dei padri della moderna fantascienza. Il successo giunse nel 1863, quando si dedicò al racconto d’avventura. Tra i suoi numerosissimi romanzi vi sono Viaggio al centro della Terra, Dalla Terra alla Luna, L’isola misteriosa, Ventimila leghe sotto i mari e Il giro del mondo in ottanta giorni. Alcuni di questi sono poi divenuti film.

Jules Verne, con i suoi racconti ambientati nell’aria, nello spazio, nel sottosuolo e nel fondo dei mari, ispirò scienziati ed applicazioni tecnologiche delle epoche successive.

Le sue opere sono note in tutto il mondo. Verne è uno degli autori più letti in lingua straniera

Massimo D'Onofrio

Il Narratore: Massimo D’Onofrio, attore, nasce a Mestre (VE) nel 1963. Dopo aver frequentato gli studi classici, si laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Padova. Dal 1981 si occupa di teatro. Nel 1982 fonda il Gruppo Teatro Ricerca del Centro Culturale ‘P.M. Kolbe’, di cui è stato responsabile per tutto il 1996 con il compito di coordinare e organizzare l’attività teatrale. Partecipa all’allestimento di spettacoli (rappresentazioni sceniche e letture) in collaborazione con diverse compagnie teatrali locali, tra cui le Compagnie del Teatrino della Murata e degli Attori Veneti Associati di Mestre e, talvolta, anche con attori professionisti (come nel caso di ‘Edipo re’ di Sofocle, recitato accanto ad alcuni attori della Compagnia del Teatro Stabile di Venezia ‘Carlo Goldoni’). Ha collaborato con l’emittente Radio-Venezia di Mestre curando e presentan-do una trasmissione riguardante recensioni librarie, cosa che ha continuato a fare per qualche tempo anche presso l’allora emittente della Diocesi di Venezia, Radio Carpini San Marco di Mestre. Sempre presso quest’ultima emittente, ha curato per oltre dieci anni alcune trasmissioni aventi per oggetto la lettura di libri classici per ragazzi e la narrazione di ‘fiabe per bambini di tutte le età’. Durante questo periodo ha frequen-tato la Scuola biennale di comunicazioni sociali, gestita dal Patriarcato di Venezia per la formazione in ma-teria di comunicazione di massa, soprattutto attraverso la radio. Ha collaborato con gli Istituti di cultura ‘S. Maria delle Grazie’ e ‘Laurentianum’ di Mestre per l’allestimento di spettacoli vari (dal teatro classico gre-co ai concorsi nazionali di poesia) e ha lavorato per alcune stagioni con il ‘Centro elaborazione danza’ della Prof. Laura Sgaragli a Mestre, riscuotendo lusinghieri successi. Ha avuto anche esperienze cabarettistiche, soprattutto con la compagnia teatrale ‘Teatro Idea’ di Mestre ed ‘I Sognattori’ di Favaro Veneto. Negli ul-timi anni ha recitato con la compagnia di Vittorio Pregel partecipando a letture e rappresentazioni di testi teatrali in lingua ed in dialetto, soprattutto nell’ambito di specifiche rassegne di prosa. Dal 2004 al 2006 ha frequentato un corso di doppiaggio, tenuto presso l’Accademia nazionale delle Arti cinematografiche di Bo-logna dagli attori e direttori di doppiaggio Rodolfo Bianchi e Massimo Giuliani. Nel 2006 ha partecipato a due lungometraggi, in veste di comprimario nell’uno ed attore protagonista nell’altro, andati in onda nel cir-cuito televisivo di Sky. Nell’aprile 2008 è stato premiato come miglior interprete maschile nell’ambito della Rassegna ‘Domeniche a teatro 2007/2008′, organizzata dal teatro Kolbe di Mestre. Continua ancora oggi la sua attività teatrale e di lettore professionale.

Share Button

Un pensiero su “Audiolibri: L’isola misteriosa di Jules Verne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *