COMUNICATO STAMPA (fonte: RepubblicaBOLOGNA.it link: qui)

MK

Mark Knopfler. Foto di Fabio Lovino fonte: markknopfler.com

È diventata un mito nelle mani di big come Jimi Hendrix, Bob Dylan, Eric Clapton, Mark Knopfler (foto), segnando la rivoluzione degli anni Sessanta. E in quanto tale la Fender, la “chitarra rock” non teme certo il confronto – ironico, dissacrante e a volte violento – con la creatività degli artisti contemporanei.
Succede con l’esposizione “Rewind. Cinquant’anni di Fender in Italia”, allestita da oggi fino al 3 febbraio 2013 al Museo della musica di Bologna (Strada Maggiore 34), per ricordare che giusto mezzo secolo fa fu l’azienda bolognese M. Casale Bauer a diventare il distributore esclusivo della mitica chitarra in Italia.

In mostra una ventina di opere di artisti italiani e stranieri che hanno rivisitato la sei corde. Accanto agli strumenti, le fotografie di Guido Harari, Efrem Raimondi, Caterina Farassino e Paolo Proserpio, che ricostruiscono con i loro ritratti la storia musicale italiana degli ultimi cinquant’anni. Poi video musicali e postazioni audio da cui ascoltare una particolare colonna sonora che attraversa rock, canzone d’autore, techno e rap. (Paola Naldi)

Info: 051.2757711

Sono il felice possessore di una Fender Stratocaster Anniversary del 1979 (25° anniversario). E pensare che qualche anno, durante una delle mie crisi di chitarrista-per-diletto-frustrato stavo per venderla! Avrei fatto una sciocchezza madornale. Ora non me ne separerei mai per tutto l’oro del mondo. Suono cristallino Fender, solid body massiccio che ti solca la spalla sinistra quando la imbracci a tracolla. Un vero gioiellino. Ecco il mio umile contributo a 50 anni di Fender in Italia: scusate se è poco.

luglio 1984

Luglio 1984. Alberto Carollo, chitarra e voce dei Sintesi con la sua Fender Stratocaster Anniversary

luglio 1984

Luglio 1984. A.C. voce e chitarra dei Sintesi imbraccia la sua Fender

🙂

 

Share Button