Scrittura creativa – Il tempo della narrazione

Il tempo della narrazioneAbbiamo già parlato dello spazio nella narrazione; oggi ci baloccheremo col tempo nella scrittura creativa. Senza la dimensione del tempo non ci troveremmo, forse, di fronte a un racconto. Affinché una narrazione si possa definire tale, occorre che una serie di eventi (riferibili a dei personaggi collocati in un certo ambiente) istituiscano tra loro dei collegamenti in una successione temporale. La sequenza temporale può essere strutturata dagli autori in modo lineare o in forme più complesse.

Il problema del tempo nella scrittura creativa è, terra terra, dovuto al fatto che il linguaggio non può in nessun modo rendere la complessità simultanea di più oggetti in un unico luogo. Il linguaggio scritto ha la necessità di introdurre l’uno dopo l’altro gli oggetti che descrive in una concatenazione spaziale lineare (la riga scritta). L’immagine di un tramonto contemplato dalla cima di una collina si presenta alla nostra visione simultaneamente, così come accade in un film. Là dove basterebbero, forse, pochi secondi di girato o pochi scatti col telefonino noi scrittori dovremmo ordinare, invece, in una prospettiva spaziale/temporale i dettagli dell’immagine che andiamo a comporre a uso del lettore: il disco dorato del sole, le sfumature cromatiche dal rosso all’arancione e giallo, l’abitato sottostante dai contorni meno delineati e più sfumati, dove compaiono le prime luci della sera alle finestre delle case o lungo le strade, nei lampioni, i fari accesi delle auto sulla tangenziale; la massa opaca dei boschi in lontananza, la linea brunastra e quasi indistinta dell’orizzonte, che sembra fondersi col cielo man mano che la luce diminuisce d’intensità eccetera.

Continua a leggere

Share Button
Questa voce è stata pubblicata in consigli di lettura, corso di lettura e scrittura creativa, libri che ho letto, scrittura, Sul Romanzo Lit-Blog e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.