ArabbaArabba è una delle località sciistiche più rinomate delle Dolomiti e fa parte del prestigioso comprensorio Dolomiti Superski. Trascorrervi il Capodanno, per noi camperisti amanti dello sci, vuol dire scegliere una meta di sicuro interesse: per la bellezza del paesaggio alpino, aspro e incantevole, ma pure per l’aspetto logistico, con un occhio al portafogli (in tempi di spending review) che la rende ulteriormente appetibile.

Da Vicenza per raggiungere la frazione di Livinallongo del Col di Lana (Belluno), sotto il passo del Pordoi, ci si impiegano in camper poco più di 3 ore, per un totale di 168 Km complessivi. Vi consiglio, una volta passata Alleghe e l’abitato di Caprile, di rimanere sulla strada regionale 203, svoltando a destra all’altezza dell’Hotel La Montanina. Facendo così allungherete un po’ il percorso ma questo vi permetterà di guidare in una strada di montagna dalla carreggiata più ampia e agevole per il vostro veicolo ricreazionale.

Area sosta camper Arabba

Area sosta camper Arabba

La postazione migliore per approdare col camper ad Arabba è sicuramente l’area di sosta in via del Piagn n. 6: per info http://www.camperarabba.it/. Si trova adiacente al borgo e a circa 200 metri dagli impianti di risalita del comprensorio. L’area ha la possibilità di ospitare una cinquantina di veicoli. All’arrivo andate a fare il check al bar e a conoscere Roberto, il cordiale e disponibile gestore che saprà darvi tutte le indicazioni che desiderate. Siete in una conca all’ombra (Arabba è tutta così), a ridosso di un corso d’acqua ma avviluppati dalle montagne, un panorama gradevole e rilassante. Al nostro arrivo, il tardo pomeriggio del 30 dicembre, c’era un po’ di bufera e una temperatura di – 10°. Mi raccomando, munitevi di antigelo e se siete possessori di un entry level come il mio McLouis, tenete aperta la baionetta delle acque grigie con una tanica sotto, altrimenti vi troverete in ambasce. Vi preciso questo perché l’area sosta non dispone di lavatoi per le stoviglie e dovrete provvedere in camper. Per il resto c’è l’allaccio alla colonnina per l’energia elettrica, l’impianto di scarico acque grigie e nere, il carico di acqua potabile, la fornitura di bombole di gas. Chiedendo ai gestori è possibile anche farsi la doccia negli spogliatoi della pista di pattinaggio su ghiaccio, vicino al bar. L’ambiente è riscaldato e ci sono sei docce ad acqua calda, confortevoli per le famiglie di camperisti che dispongono di un vano doccia certamente più frugale all’interno del loro camper.

Il mio McLouis Glen 430 vv

Il mio McLouis Glen 430 vv

Porta VescovoPer quanto riguarda le piste per sciare, invece, c’è solo l’imbarazzo della scelta. La seggiovia Arabba – Monte Burz è, diciamo così, la pista più accessibile per chi desidera un tracciato agevole e poco impegnativo. Attenzione, però: le piste azzurre da queste parti non hanno propriamente la caratteristica della “facilità”; sono spesso di una “difficoltà intermedia”, con dei passaggi più assimilabili alle competenze richieste per affrontare una pista rossa. Dal Monte Burz è poi possibile raggiungere il passo di Campolongo, che mette in comunicazione Arabba col Trentino (Canazei) e l’Alto Adige (con Corvara in Alta Badia). A Ovest Arabba è sovrastata anche dal Gruppo del Sella. Se prendete la funivia per Porta Vescovo (2478 mt.), una volta in cima vi delizierete con un panorama mozzafiato. La sfida vera, però, sarà quella di scendere a valle con gli sci ai piedi, affrontando il “muro” della pista 6, segnata come rossa, per poi rimanere sulla 1 o infilare le più complesse (nere) n. 3 e 5. Auguri!

Alpe di Fanes - panorama.

Alpe di Fanes – panorama.

Area sostaPer dovere di cronaca diremo che la stagione invernale 2014-2015, nel momento in cui scrivo, non è stata particolarmente propizia per le nevicate. Anche per quanto riguarda le temperature: a parte la sera del nostro arrivo, i giorni successivi la colonnina ha segnato un netto rialzo. Si andava dai – 2° del mattino ai + 4° del dopo mezzogiorno, non favorevole per ulteriori precipitazioni di carattere nevoso. Nelle pendici dei monti, in costa al sole, la neve caduta 2 settimane addietro è già scomparsa e talvolta si vedono le caprette brucare l’erba (?!?). Nelle piste l’innevamento è artificialmente garantito, ma hai l’impressione di sciare, in certi punti, su lastroni di ghiaccio. Talvolta il manto nevoso è così sottile che traspaiono chiazze d’erba. Che dire? Speriamo che il 2015 porti la neve di cui il 2014 è stato avaro.

FamilyPer lo sciatore il Capodanno è un passaggio senza grandi clamori, brindisi e stravizi. Il piacere di sciare all’aria aperta, a diretto contatto con la montagna, ha la priorità su tutto e può capitare che la sera di San Silvestro, dopo una giornata trascorsa a macinare chilometri di discese sulle piste, ci si ritrovi abbastanza “cotti” da non aver neanche la voglia di fare due passi in paese a festeggiare. Noi ci siamo organizzati in famiglia, per una cenetta in dinette. Pollo arrosto speziato a dovere, tranci di polenta cucinata sulla Stonewell, purè di ceci, caponata e lenticchie in umido. Una bottiglia di Cabernet Franc, per ingannare l’attesa. Poi del pandoro e del Malvasia per brindare. Ma quando a mezzanotte si udivano di fuori i primi botti, il piccolo Giacomo e Sabrina erano già nel caldo abbraccio delle coperte. Così mi sono disposto a guardare dalla finestra, col figlio più grande, il cielo che si incendiava di mille colori. Riverberi sulle vallate e sulle cime intorno, una giostra di fuochi pirotecnici che mi ha fatto pensare a una psichedelica aurora boreale. Fantasticherie di buon auspicio, spero e confido, per accomiatarsi senza grossi rimpianti da un anno, il 2014, di cui personalmente non avvertirò la mancanza. Buon futuro a tutti.

(le foto sono di Sabrina Gialdoni e di Alberto Carollo)

 

Il viaggio in numeri
Equipaggio 2 adulti e 2 bimbi (9 e 6 anni)
Giornate di permanenza 4 giorni, 3 notti
Km percorsi A/R da Vicenza; spese carburante (diesel) 336 Km; 75 € approssimativi
Spese autostradali Nessuna
Spese area sosta (3 notti) 15 € al giorno
Doccia 3 € a persona
Skipass giornaliero Dolomiti Superski x 4 (1 ridotto) x 3 giorni 413 €

 

Share Button