(fonte: internazionale.it)

di Michael Braun

Michael BraunC’è chi ha vinto, c’è chi ha stravinto, c’è chi ha perso e c’è infine chi non ha neanche giocato. Ha vinto, e bene, senz’altro Sergio Mattarella, eletto con quasi i due terzi dei votanti. Sarà difficile bollarlo come presidente divisivo, anche se la sua era una candidatura “di parte”.

Ha vinto anche il Partito democratico, e con lui l’Italia. Due anni fa quel partito mise in atto lo spettacolo penoso delle sue spaccature, di congiure degne di una corte rinascimentale, defenestrando senza tanti complimenti il suo padre nobile Romano Prodi e dando al mondo intero l’immagine di un’Italia alla deriva, di un sistema politico allo sbando.

Continua a leggere

Share Button