Quando il realismo è trascendentale

COMUNICATO STAMPA

copertinaChe cosa ci insegnano gli oggetti?
Cosa possiamo conoscere e quando è legittimo farlo?
Perché la lettera è antecedente allo spirito e non viceversa?
Cosa implica il diritto della realtà «incontrata»,
cioè l’«inemendabilità», la resistenza opposta
da un mondo esterno non concettualizzabile?
In che misura siamo sociodipendenti e in quale costruttori?
Costruzionismo e possibilità sono compatibili?
Qual è il ruolo ontologico dell’ambiente, e quello della registrazione,
in questa nuova rivoluzione copernicana in filosofia?

Una serie di studi – intesi come marginalia – sul Nuovo Realismo e l’opera recente di Maurizio Ferraris.

A cura di Elisabetta Brizio.

Il libro è reperibile nel circuito de ilmiolibro.it

Puoi vedere la scheda del libro qui

Share Button
Questa voce è stata pubblicata in attualità, comunicati stampa, consigli di lettura, interviste, segnalazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.