Guestbook

Marco “Spider-Ci” Novelli

Marco Spider-Ci's Novelli

Marco “Spider-Ci” Novelli

Marco è un caro amico fiorentino nonché blogger che frequento abitualmente sul web.
Ci accomuna la passione incoercibile per i fumetti, in special modo per i Marvel comics. Marco collabora con siti come Manga Forever; stimo molto le sue recensioni: è un sicuro punto di riferimento per le mie letture di nerd-fumettaro-inveterato.

Gli ho chiesto se potevo riprendere qualche suo articolo per la mia rubrica di fumetti in queste pagine, dato che il tempo per scriverne è sempre tiranno, e pensate…
ha accettato 😮 !

Vi invito a leggerlo sul suo blog:  http://spiderci.wordpress.com/
Di sé scrive: “Probabilmente sono un malato mentale 😉 Amo spaziare con la fantasia ed essere creativo. Quindi scrivo, disegno, leggo fumetti e sono appassionato di cinema. Nonostante tutto, lavoro 8 ore al giorno come ragioniere ! Vi servono altri dettagli ??!!” Lo trovate anche su facebook e twitter.
Grazie Marco!

___________________________________________________________________________________________

Katia Ciarrocchi

Katia Ciarrocchi

Katia Ciarrocchi

Katia Ciarrocchi è nata a San Benedetto del Tronto il 25 novembre 1968.
Amante di Letteratura italiana e straniera, è la curatrice nonché l’ideatrice del sito letterario Lib(e)ro (www.liberolibro.it)
Coltiva grandi interessi legati alla ricerca spirituale. Per lei viaggiare è il mezzo per incontrare le sue sfere emotive più profonde ed instaurare dei punti di contatto importanti. Leggere è la sua passione, scrivere la sua terapia. Ha detto di sé: “Io vivo con la solitudine, la sofferenza e la follia, ci mangio assieme, abbracciandola e sgridandola, ingannandola, mettendola a letto, io guadagno da vivere. Assurdo. Tengo buona la sofferenza altrui e mi pagano. Poi non riesco a placare la mia e spendo lacrime e carezze”. Katia lavora, infatti, in un centro riabilitativo per persone affette da insufficienza mentale, tra i quali vengono accolti e curati bambini di ogni età. Tale esperienza la pone accanto a patologie molto gravi, quali l’autismo, a metà strada tra la sofferenza di questi pazienti e il grande insegnamento che sanno dare.
Ha pubblicato testi in molte antologie e collabora a forum e siti letterari.

___________________________________________________

Davide Longo

Davide Longo

Esistono poche notizie di me e frammentate. Appassionato di fotografia (le foto degli eventi CaRtaCaNta sono mie) e di computer. Il mio cervello è come un vulcano in eruzione, speriamo non esploda e faccia disastri!
Ah, sono il webmaster del sito CaRtaCaNta, di questo blog e prossimamente di albertocarollo.it e a tempo perso (quasi nullo) aggiorno i miei 2 blog
http://yodathejedi.splinder.com
http://diecietrenta.splinder.com
per vedere le mie foto visita http://picasaweb.google.com/lassativu.

________________________________________________

Patrizia Garofalo

patrizia grf

Patrizia Garofalo

Patrizia Garofalo nasce a Camerino in provincia di Macerata il 18/06/1949. A Macerata frequenta il liceo classico e si laurea presso l’università di Urbino in Lettere Classiche, con una tesi di Letterature Comparate su D’Annunzio e il classicismo. Insegna Lettere a Ferrara, in un Istituto superiore. Pubblica con la prefazione di Giorgio Caproni il suo primo libro nel 1986 (edito da Corbo) dal titolo “Ipotesi di donna” dal quale estrapolerà una riduzione teatrale presentata alla sala polivalente di Ferrara, al palazzo del Vescovo di Codigoro e alla Festa dell’Unità di Macerata (tale riduzione sperimenterà la contemporaneità di musica, danza, fotografia e recitazione). Nel 1992 pubblica “Le bambole non si pettinano” (edito da Corbo) con prefazione del direttore di Casa Cini Don Franco Patruno. Il testo sarà presentato alla fondazione Cini e alla biblioteca di Macerata. Nel 1996 esce il libro “Terra di nomadi” (edito da Poesia Italiana Contemporanea), che raccoglie critiche favorevoli di Pazzi e Squarotti. Nel 2004 sarà edito da Schifanoia editore “Mare d’anime” con presentazione di Paolo Ruffilli. Verrà presentato in biblioteca Ariostea dal figlio di Giorgio Caproni, Mauro Attilio Caproni, in una raccolta di autori edita dall’assessorato alla cultura di Ferrara dal titolo “autori ferraresi dell’ultimo millennio”. Patrizia Garofalo è presente con i suoi testi in una pagina a lei dedicata. Ha scritto una sceneggiatura per il teatro dal titolo “Og”, mai messa in scena. Ha partecipato alla stesura di articoli di vario genere su giornali locali. Nel 2008 pubblica con i tipi de Il Foglio la silloge “Dare voce al silenzio” (Prefazione di Attilio Mario Caproni) e nel 2009 la silloge “Il Dio dell’impossibile” (introduzione di William Navarrete e postfazione di Paolo Ruffilli). Attualmente è direttore editoriale della collana di poesia delle Edizioni Il Foglio di Piombino.

__________________________________________________________________________________

Franco Seculin

franco seculin

Franco Seculin

Franco Seculin nasce in Eritrea ai tempi dell’Impero. Dopo l’8 settembre 1943 la sua vita è stata tutta un trasloco più o meno concordato, sino al termine degli studi superiori al liceo classico e al conseguimento della laurea in Giurisprudenza. Per lavoro ha continuato a girare in lungo e in largo il Bel Paese… da Torino a Bari, da Milano a Cagliari, da Genova a Napoli, Firenze, Roma e Terni; città, quest’ultima, dove ha vissuto momenti intensi ed esperienze capitali. Il giorno più importante della sua vita è stato l’incontro con la moglie; quello più felice la nascita di sua figlia. Attualmente risiede con la famiglia a Cuneo, cittadina del Piemonte. Il suo hobby, ma è quasi una necessità, è scrivere racconti, romanzi brevi, poesie. Il suo primo “essai” letterario è stata la recensione dei Racconti immaginari di André Maurois. E’ autore, tra gli altri, della silloge di poesie La luna al traguardo del bosco (Edizioni Sabinae, 2009) e del romanzo Il sole rosso (Altromondo editore, 2009).

Il suo blog: http://uskaralis07.splinder.com/

Share Button

6 pensieri su “Guestbook

  1. Pingback: Monteverde - Il blog di Alberto Carollo

  2. Pingback: Welcome Katia! - Il blog di Alberto Carollo

  3. Pingback: Splinder addio! - Il blog di Alberto Carollo

  4. Grazie mille, Alberto ! Sono ben felice di collaborare col tuo sito e di portare un po’ di contenuti “fumettosi” anche qui !!! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *