Degas e gli italiani a Parigi

D’accordo che non ve ne frega un accidenti ma per amor di cronaca ieri io e Sabry abbiamo totalizzato ben 9 anni di convivenza. Un bel traguardo, no?

Di lei vi parlo un’altra volta, e pure della nostra cagnetta Molly. Ora vi voglio raccontare di una splendida mostra che ieri abbiamo visto a Ferrara, al Palazzo dei Diamanti: Degas e gli italiani a Parigi.

Conoscevo Degas come il pittore delle ballerine, come molti di coloro che non ne hanno approfondito la produzione. Ho scoperto invece quanto Degas sia stato uno sperimentatore a tutto campo! Si vadano a vedere i suoi paesaggi o la sua grafica. Il suo tratto deve aver insegnato non poco ai grandi maestri dell’illustrazione e del fumetto mondiale.
E il taglio dell’immagine, quel modo di cogliere l’immediatezza di una posa prima che il fluire inarrestabile della vita riconduca tutto all’oblio, quel troncare le figure o scorciarle in modo inaudito e imprevedibile per l’epoca. Quanto deve aver informato le inquadrature dell’arte fotografica questo genere di pittura! Continua a leggere

Share Button