Lettura, scrittura e quant'altro. E ci faremo pure i casi miei...

Tag poesia

Dialogo con Gian Mario Villalta

Ho avuto il piacere di chiacchierare con Gian Mario Villalta della sua carriera di “poligrafo” (poeta, narratore, saggista… e ancora insegnante, editor, presidente di uno dei più prestigiosi festival letterari italiani: Pordenonelegge), di libri e delle Venezie, di editoria e… Continua a leggere →

Share Button

Gli amanti di Cortázar

(da tellusfolio.it) Gli amanti di Cortázar abbandonarono la casa. Nel tombino scomparvero le chiavi. Al cancello impiccarono l’ultimo amato maglione. Per mano s’incamminarono verso il mare aspettarono l’onda per farne vele di vento voci d’esilio migrazioni d’uccelli e sorrisero… gli amanti… Continua a leggere →

Share Button

“Argéman” di Fabio Pusterla: la bellezza nel potere della parola

Marcos y Marcos ha pubblicato a settembre la nuova silloge poetica di Fabio Pusterla, Argéman. Cosa suscita nel vostro animo questa curiosa parola?Argéman: ha un suono esotico, parla di luoghi remoti. È un fiore purpureo nella sabbia del deserto, o una… Continua a leggere →

Share Button

“Il canto del pane” di Daniel Varujan: una musica ipnotica e intossicante

È una poesia che va centellinata, quella di Daniel Varujan; lirica dopo lirica, Il canto del pane andrebbe sgranato come un rosario, apprezzandone con lentezza la sua immediata semplicità e musicalità quanto la pregevole tessitura. Poeta poco conosciuto in Italia, al di… Continua a leggere →

Share Button

Verso Heraclea

Né santo né cane né gallo. Dal mare affiorano oggi soltanto cadaveri gonfi. Vengono dai carrugi dalle coste scoscese da lingue scarse di terra sassosa vigneti di sangue a strapiombo cantine infossate madri antiche e caverne. Vengono da un paesaggio… Continua a leggere →

Share Button
« Articoli precedenti

© 2020 Alberto Carollo: il blog — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑