Analisi di un testo in prosa

(fonte: sulromanzo.it)

di Alessandro Puglisi

prosaRealizzare l’analisi di un testo in prosa non è un’operazione difficile. Come nel caso del commento di una poesia, si tratta di seguire uno schema ben preciso, che proceda dal generale al particolare, e permetta di scavare in profondità all’interno dell’opera, riportando alla luce le fondamenta della creazione letteraria.

D’altro canto, molto spessol’analisi del testo viene considerata un esercizio asettico, da condurre nel più totale disinteresse, subendo l’imposizione di una didattica di estrazione strutturalistica, senza la possibilità di riconoscere la bellezza dell’opera e goderne. Secondo noi, invece, analizzare un testo in prosa può dare la grande opportunità di imparare i metodi della “scomposizione” critica, senza per questo limitarsi a rispondere in maniera meccanica a una serie di domande sempre uguali.

Vediamo insieme quali sono i passi essenziali da compiere per ottenere un’analisi del testo degna di questo nome.

Continua a leggere

Share Button

Mark Knopfler, il nuovo album ‘Tracker’ esce il 9 marzo – TRACKLIST

(fonte: rockol.it)

mark knopfler“Tracker”, il nuovo album di inediti in studio del già leader dei Dire Straits, verrà presentato sul mercato il prossimo 9 marzo: il lavoro – prodotto, oltre che dallo stesso artista, da Guy Fletcher e registrato ai British Grove Studios di Londra – è stato realizzato con l’apporto di Guy Fletcher alle tastiere, John McCusker al violino, Mike McGoldrick al flauto, Glenn Worf al basso e Ian Thomas alla batteria, oltre che di ospiti come Ruth Moody dei Wailin’ Jennys ai cori, Nigel Hitchcock al sax e Phil Cunningham alla fisarmonica.

“Il titolo del disco mi è venuto in mente cercando di trovare una mia strada negli anni”, ha spiegato al proposito Mark Knopfler: “Guardando da fuori il tempo passato, le persone, i posti, le cose del mio passato e il modo di registrare le canzoni in studio”.

Continua a leggere

Share Button

Il fumettista Lorenzo De Pretto firma la sua prima storia su Topolino

(fonte: thieneonline.it)

Lorenzo De PrettoForse non tutti i piovenesi lo sanno ma hanno per vicino di casa un artista a dir poco illustre. Questo compaesano doc residente da sempre nel cuore del paese è il primo piovenese a disegnare una storia per il glorioso fumetto Topolino, in edicola da mercoledì 8 gennaio. Lorenzo De pretto, 48 anni, è nato e cresciuto praticamente con la matita in mano e ammette di aver realizzato il sogno di una vita e che da piccolo il suo idolo era proprio Walt Disney.

topolino di lorenzo de prettoMa De Pretto non è certo approdato da poco agli onori della cronaca fumettistica. Già noto per aver ideato e disegnato Prezzemolo, la mascotte di Gardaland, e per aver firmato le storie del mitico draghetto con i capelli rossi dal 1994 al 2004, il fumettista piovenese ha consumato centinaia di lapis disegnando, tra i vari successi, anche le storie a fumetti di Geronimo Stilton.

Continua a leggere

Share Button

Gli amanti di Cortázar

(da tellusfolio.it)

amanti-Cortazar

Gli amanti di Cortázar
abbandonarono la casa.
Nel tombino
scomparvero le chiavi.
Al cancello
impiccarono
l’ultimo
amato maglione.
Per mano
s’incamminarono verso il mare
aspettarono l’onda
per farne vele di vento
voci d’esilio
migrazioni d’uccelli
e sorrisero… gli amanti di Cortázar

(17/01/2015, Patrizia Garofalo, da un racconto di Bestiario di Julio Cortázar)

Share Button

Prossima fermata: albertocarollo.it!

autobus 49

Sono, mio malgrado, volente o nolente, a bordo del 49. Si tratta del primo numero naturale dopo il 48 e prima del 50. È anche un numero composto dei seguenti divisori: 1 e 7; poiché la somma dei divisori è 8 < 49, si tratta di un numero difettivo (lo supponevo!). Nella Smorfia è il numero della carne. Chissà perché ma “carne” mi fa pensare al sesso. Sarà l’età. Consoliamoci col fatto che si tratta di un quadrato perfetto, essendo 49 = 72, ed è un numero potente (come volevasi dimostrare).

L’articolo 49 della Costituzione recita: «Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.» Beh, sì, certo (come le marmotte che incartano la cioccolata nello spot della Milka), ma non sono sicuro che sia un diritto che desidero esercitare in questo particolare momento storico, caratterizzato da molto livore, odio, intolleranza e particolarismi. Meglio professare opinioni – e professare un’opinione o esprimere una preferenza è anche fare politica – ma prediligo farlo da figlio unico, grazie.

Il Salmo 49 dice che “l’uomo che vive nelle ricchezze senza avere intendimento è simile alle bestie”. Non navigo propriamente nell’oro, lo ammetto, eppure qualche domandina me la sono posta. Probabile che non si sia dèi per natura ma (come dicono gli esegeti) per grazia. Io per grazia intendo la “bellezza”, nel senso più sublime del termine, e la bellezza l’ho sempre inseguita.

L’incanto del Lotto 49 è il secondo romanzo di Thomas Pynchon, dove si parla di una misteriosa eredità bandita all’asta. Un’opera complessa ed ermetica; la punta di diamante del post-moderno, o la punta di diamante della sua parodia. Vi si parla, tra l’altro, di paranoia e di problemi di comunicazione. Paturnie. Sarà perché è uscito nel 1966, lo stesso anno in cui sono nato.

next stopEcco, diciamola tutta. Oggi compio 49 anni. Ah, ce l’ho fatta! Che sollievo. Mi intristiscono i compleanni, specie il mio. Non vi so dire di più, so che è così e basta. Domani passa. Per oggi, intanto, ho deciso di farmi un regalo. Grazie anche al prezioso aiuto e supporto informatico dell’amico Davide Longo mi sono fatto un restyling al sito.

Se ti va facci un giro: potrai trovare informazioni sulle mie prossime iniziative editoriali, sui workshop di scrittura creativa che curerò e altro ancora. Puoi lasciarmi un commento o un saluto, sempre se ti va. Ci vediamo là.

Prossima fermata del 49: albertocarollo.it.

Share Button