Invitiamo i giovani a leggere: Iva al 4% sugli e-book come per i libri cartacei

(fonte: change.org)

diretta a Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan

promossa da Enzo Stefan (Italia)

e-book

Gli italiani sono dei pessimi lettori, eppure incentivare l’editoria digitale potrebbe aiutarci a migliorare: esattamente il contrario di quello che accade.

Dal prossimo 1° gennaio 2015 entrerà in vigore la Direttiva Europea 11/2006 che tende ad armonizzare tra gli Stati dell’Unione l’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto, IVA, allo scopo di evitare la concorrenza fiscale. Principio senza dubbio giusto ma che rischia di venire applicato in maniera assurda nel campo dell’editoria. Infatti nel caso dei libri cartacei continuerà a venire applicata l’aliquota agevolata dal 4% mentre nel caso dei libri elettronici, gli e-book, l’aliquota sarebbe quella normale del 22%.

Sinora la maggiore azienda venditrice di e-book, avendo sede in Lussemburgo, applica l’aliquota del 3%.

Con le nuove norme verrebbe applicata quella ordinaria italiana, al 22%; ci troveremmo nella situazione paradossale in cui lo stesso “prodotto” verrebbe tassato in due modi diversi a seconda del supporto su cui si trova.

Continua a leggere

Share Button

Arriva “Purity”, il quinto romanzo di Jonathan Franzen

(fonte: sulromanzo.it)

di Matteo Bolzonella

jonathan_franzenSi intitolerà Purity  il quinto romanzo di uno degli autori più discussi degli ultimi dieci anni, Jonathan Franzen e uscirà nel settembre 2015.

La notizia – apparsa nella notte italiana sul sito del «New York Times» – sta già facendo il giro del mondo, dominando le pagine di cultura dei quotidiani americani e non.

Jonathan Galassi, presidente della Farrar, Straus&Giruox– la casa editrice che stamperà l’opera in America – ha descritto il nuovo romanzo dello scrittore come una storia epica multigenerazionale, che attraverserà decenni e continenti, facendo registrare anche un cambiamento stilistico nella scrittura di Franzen.

La storia verterà su di una giovane donna di nome Purity Tayler, o Pip, che non ha conosciuto suo padre e decide di mettersi sulle sue tracce. Come i precedenti Le correzioni Libertà, afferma la testata giornalistica americana, saranno centrali nel romanzo temi di carattere politico, sessuale e di dinamica famigliare.

Continua a leggere

Share Button

Suonare “Through the Barricades” alla chitarra

Spandau Ballet 2014

Spandau Ballet 2014

Gli Spandau Ballet sono tornati in auge di recente; dopo vari litigi si sono ricomposti e hanno deciso di raccontare la loro avventura musicale e di vita con il documentario uscito nelle sale qualche settimana fa, Soul Boys of the Western World.

Through the Barricades è un loro singolo del 1986, contenuto nell’omonimo album e considerato da molti (sottoscrivo!) forse il loro pezzo migliore. La ballad racconta dell’amore di due ragazzi di religione opposta, nell’Irlanda del Nord tormentata dalla guerra civile tra cattolici e protestanti. L’autore del brano è il chitarrista Gary Kemp, ispirato forse dalla morte di un amico del gruppo, ucciso a Belfast nel 1983. Continua a leggere

Share Button

“La ballata di Corinna” di Lucia Genga

(fonte: tellusfolio.it)

Vi segnalo questo interessante libro di Lucia Genga con la prefazione di Beppino Englaro, edito da Booksalad

(recensione a cura di Patrizia Garofalo)

Respiravo con il tuo ritmo, volevo cogliere il tuo ultimo respiro, sapevo che quello era mio, volevo esserci a rimetterti idealmente dentro di me, come un alito vitale, un parto alla rovescia”

 

La ballata di CorinnaUn libro a quattro mani, madre e figlia che nel loro viversi quotidiano scendono a patti con il dolore. Fermano ogni momento di un lungo percorso in cui morte e vita si alternano tra speranze e disillusioni, luci e abissi, volti, incontri, viaggi, sorrisi, amore e lacrime.

Precipita il respiro nel leggere in un orrido oscuro dove il dolore alcune volte perde la dimensione umana del sopportare e diventa urlo e lacerazione; parole di sguardi complici di madre e figlia che sanno ma comunque sperano e nella speranza riescono a godere di nuove nascite, di amici sinceri, di gesti d’amore come quelli dei nonni di Corinna e con forza abbattono muri di indifferenza, medici dubbiosi, la burocrazia che annienta la persona. Spesso ci coglie la dolcezza con quale Lucia e Corinna vengono accolte nelle cliniche, nelle lunghe ospedalizzazioni per ritrovarsi poi a girare nelle bellezze di Parigi e trovarci la loro anima, il pulsare dei loro corpi negli abbracci che ricostituiscono sempre nuove parole da confidarsi e scrivere insieme nella ballata a più voci fissata sulla pagina come un lacerto di pelle salvato ad un saccheggio profanatore. Alle immagini rapide, confuse, poco personalizzate delle stanzette d’ospedale, il viaggiare, vedere le bellezze delle città lo colgo intensamente nell’anima come una ballata, di figure leggere che sembrano volare sopra il dolore che alita vita negli incontri con i fratelli, nella casa che Corinna ama, nei giochi con i fratelli, nell’amore per suo padre, nella figura dolcissima di suo marito mai assente. Spesso in disparte però come volesse essere chiamato. «[...] la tua vita scorre. Corri più veloce che puoi, metti le ali ai tuoi piedi e assapora il tuo momento. Sfuggi al bombardamento degli eventi. La tua vita corre, la tua vita rotola, corri avanti e tendi le mani. Afferra più felicità che puoi, non lasciarla andar via».

Continua a leggere

Share Button

Gli alimenti giusti per prevenire i cali di energia

(fonte: runningitalia.it)

di Salvatore Pisana

cali di energiaUn’abitudine che si è introdotta nella vita quotidiana tra un pasto e l’altro è lo spuntino, importante per prevenire cali d’energia. In certi periodi, in particolar modo quando si ha un programma che prevede di “macinare” chilometri, il podista ha bisogno di un notevole apporto energetico e quindi di assumere in più pasti la giusta dose calorica giornaliera. La scelta deve ricadere su spuntini sani e genuini che devono essere correlati con gli altri pasti della giornata, tenendo presente il tipo di lavoro svolto e il momento agonistico o di preparazione.

Quando si suda: la frutta è la cosa migliore. Se viene mangiata da sola, la frutta ha tempi brevi di digestione, è ricca di di Sali, vitamine, zuccheri e acqua e non ha controindicazioni. È bene scegliere quella di stagione e alternare i diversi tipi. Consumata con altri alimenti allunga i tempi di digestione e può provocare problemi intestinali.

Continua a leggere

Share Button